Villa Bottini

vila1

vila1

Situata proprio nel centro storico di Lucca, la meravigliosa Villa Bottini, nota anche come Villa Buonvisi al giardino, sorge dentro le mura. Edificata nella seconda metà del 1500 per volere di Paolo Buonvisi, nobile lucchese proveniente da una famiglia di mercanti e banchieri, la villa è un parallelepipedo caratterizzato da una loggia belvedere sulla sua sommità.

giardino

Recintata da un muro che la separa dalla città circostante, la villa ha tre portali che le permettono di accedere a Lucca, uno dei quali è situato sulla via Elisa. L’impianto originario della villa, quello cinquecentesco, prevedeva quattro aiuole intersecate da due viali. Nella parte nord del giardino, un portale conduce al ninfeo, uno splendido prato circondato dai lecci, che consentono di riposare all’ombra nelle giornate più calde, ammirando la fontana che si trova a ridosso delle mura.

ninfeo

Nel 1800, invece, il giardino cambia d’aspetto secondo il gusto dell’epoca. Le aiuole rettangolari cedono il posto a un disegno più sinuoso dei viali, questa volta caratterizzati da aiuole dalla forma più dolce, arrotondata. Il retro del giardino è diviso in vie ortogonali che si incontrano in corrispondenza di una vasca ottagonale, dando origine a quattro aiuole rettangolari. Ognuna di queste aiuole è circondata da diversi alberi frondosi, fra cui magnolie e platani, e contiene al centro una piccola vasca circolare.

affr

Il giardino è diviso da un ampio viale in due spazi, entrambi decorati da fontane, anch’esse circondate dagli alberi, in particolar modo dalle magnolie. Veniamo ora all’interno della villa. Al pian terreno possiamo ammirare il ciclo di affreschi a soggetto mitologico e allegorico ad opera di Ventura Salimbeni, artista senese appartenente alla corrente del manierismo. Nel seminterrato, invece, la cucina e i locali di servizio sono ancora ben visibili, così da permetterci di immaginare come fosse la vita negli ambienti di lavoro della villa.

gran ballo

Questa importante dimora non ha visto sempre tempi felici. Abbandonata per diversi anni, entrò in possesso dei marchesi Bottini all’inizio del Novecento, dai quali prende ancora oggi il nome. Dopo essere passata nelle mani dei Motroni Andreozzi, divenne proprietà dei Marcheschi, per poi essere comprata dalla Regione Toscana, che la restaurò prima di cederla al Comune di Lucca. Attuale sede dell’Ufficio Cultura, Villa Bottini diventa la location anche di numerosi eventi, come il Lucca Comics & Games e il Gran Ballo Ottocentesco.

Immagini tratte da:

Fashion in flair, Viaggiclic, Società di Danza, Italian Botanical Heritage.

 

Scopri le meraviglie di Lucca e provincia:

 

Lascia una risposta

Or