Lucca romana

luccapeut

Oggi andiamo alla scoperta della Lucca romana. Sì, perché a Lucca si incontrano diverse epoche storiche, più o meno visibili, ognuna delle quali ha lasciato un’impronta fondamentale nella vita della città. E se forse l’aspetto medievale è quello più conosciuto dai turisti, anche la storia romana di Lucca merita di essere raccontata.

cesare

I Romani arrivano a Lucca nel 180 a.C, anno in cui la città diventa colonia romana. Tempo dopo, nel 60 a.C., la città verrà scelta da Cesare, Crasso e Pompeo per stipulare gli accordi del primo triumvirato. L’importanza strategica di Lucca ci viene confermata anche dalla celebre tavola peutingeriana, copia medievale di una carta romana che raffigurava le strade militari dell’impero romano. In questa carta, Lucca veniva rappresentata come fortificata: anche se stilizzata, questa raffigurazione ci fa capire immediatamente il suo ruolo.

luccapeut

Quali testimonianze della Lucca romana possiamo vedere al giorno d’oggi? La prima è molto semplice, Piazza dell’Anfiteatro. Edificata sui resti dell’anfiteatro romano, risalente al II sec. d.C., la piazza ha la classica forma ellittica chiusa, un’evidente traccia del suo passato. Nel corso dei secoli, la pizza fu riempita di edifici e adibita a carcere, polveriera e deposito di sale. Per fortuna, nel 1800, l’architetto lucchese Lorenzo Nottolini decise di ripristinare l’antica struttura della piazza, portandola così a riecheggiare l’anfiteatro.

anfi2

Un’altra affascinante testimonianza del passato romano di Lucca è rappresentata dalla Domus romana, nota anche come “Casa del fanciullo sul delfino”, dal nome dello splendido altorilievo ritrovato nella casa. Portata alla luce nel 2012 durante i lavori di ristrutturazione di un palazzo nel centro di Lucca, questa domus risale al I° secolo a.C. e fu poi abitata anche in epoche successive.

domus

Al suo interno possiamo ammirare non solo alcuni reperti, ma anche una collezione numismatica con monete di epoca romana fra cui l’asse di Tiberio, una moneta fatta coniare dall’imperatore Tiberio per commemorare Augusto, suo padre adottivo, nonché l’Ara Pacis.

asse

 

 

Scopri le meraviglie di Lucca e provincia:

 

 

Lascia una risposta

Or