I fagioli all’uccelletto (o all’uccelletta)

fagioli3

Oggi andiamo a conoscere i fagioli all’uccelletto, un piatto toscano per eccellenza, particolarmente diffuso a Firenze e provincia ma comunque amato in tutta la regione. In molti si chiedono l’origine del nome di questa pietanza: perché “all’uccelletto” o “all’uccelletta”? Nel piatto, infatti, non è presente la carne di uccelletti. Il celebre Pellegrino Artusi ha ipotizzato che il nome sia dovuto all’utilizzo di alcuni ingredienti, specialmente salvia e aglio, che di solito insaporiscono la carne della piccola cacciagione.

fagioli3

Non sappiamo se l’ipotesi di Artusi sia corretta o meno, ma il gusto dei fagioli all’uccelletto resta inalterato anche con il passare del tempo. Oggi sono in molti ad aggiungere la salsiccia, ma tradizionalmente il piatto non ne prevede l’utilizzo e può quindi essere considerato un alimento adatto anche a vegetariani e vegani.

salvia

Per gustare al meglio questa specialità è necessario armarsi di molta pazienza: i fagioli all’uccelletto non sono un piatto per chi vorrebbe tutto pronto il prima possibile. Se non siete tipi da fast-food e avete tempo da dedicare alla preparazione di questo piatto tipico della cucina toscana… continuate a leggere!

fagioli2

Si utilizzano infatti fagioli cannellini, meglio se secchi, che necessitano di una cottura prolungata e a fuoco basso e soprattutto devono essere lasciati a bagno per diverse ore prima dell’utilizzo. Se proprio vi trovate a corto di tempo, vanno bene anche i fagioli già pronti, ma quelli secchi hanno tutto un altro sapore.

fagioli1

La ricetta tradizionale vuole che i fagioli vengano cotti in un tegame di coccio, dopo aver fatto rosolare la salvia e fatto imbiondire l’aglio con una notevole quantità di olio extravergine d’oliva. Si fanno saltare i fagioli nel soffritto, poi si aggiungono la polpa di pomodoro, il sale e il pepe. Coperto il tegame con un coperchio, bisogna attendere almeno 15-20 minuti a fiamma bassa.

E ora… buon appetito!

Scopri i migliori piatti della tua regione: 

 

Lascia una risposta

Or